Visualizza articoli per tag: Cuba

Intellettuali e artisti italiani e cubani approfittano del 501 ° anniversario della fondazione di L’Avana per rievocare il lavoro di Eusebio Leal Spengler, nel restauro e nella salvaguardia di un patrimonio architettonico cubano a predominanza dell’impronta italiana.

Sconvolgente è l’abisso che divide, nella capacità di reazione alla pandemia, le ricche potenze imperialiste, dominanti a livello internazionale, dai pochi e isolati paesi che, fra innumerevoli difficoltà, non hanno abbandonato la prospettiva di una transizione al socialismo.

Alcuni marxisti ritengono che ricercare principi etici nel marxismo implichi il ritorno al socialismo utopistico. Qui si sostiene che tali principi sono invece ricavabili dalla concezione della società presente nel marxismo diversa da quella propria del liberalismo.

Tags:
Sabato, 01 Agosto 2020 20:13

Anche Torino ringrazia Cuba

I ringraziamenti fanno piacere ma non bastano: occorre richiedere la cessazione del Blocco degli Stati Unito contro Cuba.
Perché la Brigata Henry Reeve merita il nobel per la pace e Cuba la fine dell’embargo.
Domenica, 24 Maggio 2020 13:09

Cuba ancora sotto attacco da parte degli Usa

Gli Stati Uniti mentono e offendono perché non possono rispondere alla verità senza accusarsi, ha affermato il Presidente cubano, Díaz-Canel, commentando il reinserimento nella lista degli Stati sponsor del terrorismo.

Malgrado la censura mass-mediatica, numerosi e trasversali sono i ringraziamenti che gli italiani dirigono a Cuba per l’importante aiuto contro la pandemia causata dal nuovo Coronavirus.
Riceviamo e pubblichiamo un appello rivolto al direttore di Rai Radio 3, Marino Sinibaldi
Il Contingente internazionale di medici specializzati in situazioni di disastro e gravi epidemie e la Scuola latino-americana di medicina in prima linea nella lotta al nuovo Coronavirus, anche in Italia.
La pandemia da Coronavirus non ferma gli imperialisti che vogliono rovesciare il governo bolivariano. Il piano del Pentagono in due mosse che rischia di creare un nuovo Vietnam.
Pagina 1 di 5
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: