Visualizza articoli per tag: dittatura del proletariato

Domenica, 31 Maggio 2020 11:23

Società socialista e diritti umani

I diritti umani – pomposamente enunciati ma costantemente traditi, in quanto in contrasto con il privilegio vigente nei rapporti di produzione della società borghese – dovranno essere necessariamente realizzati nella società socialista
Stanti i limiti di classe dei diritti umani borghesi, che gli impediscono di assurgere all’universalità, Marx considera impossibile una reale emancipazione umana senza rivoluzionare la struttura socio-economica del capitalismo
Sabato, 04 Maggio 2019 22:12

L’eredità della Rivoluzione d’ottobre

La Rivoluzione di ottobre ha garantito l’estensione a livello internazionale dei diritti sociali ed economici, contribuendo a imporre la questione della giustizia sociale.
La borghesia internazionale fa ancora oggi di tutto per demonizzare la Rivoluzione di ottobre e le sue conseguenze, cerchiamo di comprendere per quali motivi.
Sabato, 22 Dicembre 2018 19:17

Lenin e la democrazia proletaria

I tratti necessariamente utopistici che ha dovuto assumere l’entusiasmante progetto di costruzione di una democrazia proletaria dinanzi al fallimento della rivoluzione in occidente.
Sabato, 01 Dicembre 2018 19:02

Democrazia e dittatura

La concezione dello Stato di Lenin come guida indispensabile per capire l’attualità.
La polemica fra comunisti e socialdemocratici sulla violenza, la democrazia e la dittatura del proletariato.
Sabato, 03 Novembre 2018 19:56

Per un bilancio della Rivoluzione d’ottobre

I motivi che hanno reso immortale la Rivoluzione d’ottobre e la tragica necessità di far fronte a un inasprirsi della lotta di classe nella fase di transizione.
L’azione sindacale si rivela assolutamente incapace di superare, nel suo dominio e coi suoi mezzi, la società capitalista.
Sabato, 18 Agosto 2018 17:07

La Repubblica socialista federativa sovietica

La contraddittoria costruzione dello Stato rivoluzionario nelle drammatiche condizioni dello stato d’assedio imposto dalle potenze imperialiste e dalle forze controrivoluzionarie.
Pagina 1 di 2
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: