Visualizza articoli per tag: Lavoro

Cultura, spirito critico? Addio. La scuola pubblica diventa uno strumento di selezione classista, da cui reperire manodopera giovane e prestante. Che crescerà con l’idea che il lavoro sia gratuito.
Sabato, 18 Marzo 2017 17:38

Lavorare nelle cooperative sociali oggi

Dal cittadino persona al cittadino utente e il lavoratore nella morsa della precarietà.
Sabato, 18 Febbraio 2017 14:20

Vita e morte nei luoghi di lavoro

Anche i bisogni più naturali sono a discrezione di una concessione aziendale
Sabato, 18 Febbraio 2017 13:43

Il concetto di comunismo e la storia

Il concetto di comunismo è insostituibile e unitario nelle sue determinazioni. I comunisti devono superare il capitale in potere conoscitivo per instaurare la fine delle classi.
Sabato, 08 Ottobre 2016 10:02

Le migrazioni da fine ottocento ai giorni nostri

Aspetti economici legati ai flussi migratori internazionali
La Svizzera isola i lavoratori stranieri. Grandi rischi anche per la sua economia
Sabato, 17 Settembre 2016 10:01

In Francia si analizza il mondo giovanile

Leggendo gli studi sociologici sui giovani troviamo due binari: quello della sociologia della "vita di secoli" e quello della sociologia di "generazioni" e ci domandiamo cosa si sta facendo in Italia.
Mercoledì, 15 Giugno 2016 22:46

Nuove gabbie salariali per il “ricco” Sud

Si torna a parlare di gabbie salariali come una cura per un Sud.

La pubblicazione della Relazione INAIL sull’andamento della situazione lavorativa in Italia (2015) ripropone il tema del lavoro minorile.

Pagina 5 di 8
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: