Visualizza articoli per tag: revisionismo

Sabato, 28 Dicembre 2019 14:56

Rielaborare la sconfitta

È essenziale comprendere i motivi della sconfitta dei laburisti britannici non solo per i subalterni di quel paese, ma anche per i nostri.
Domenica, 15 Dicembre 2019 13:14

Leninismo vs revisionismo

Proseguendo nella denuncia da parte di Lenin dei sette peccati capitali del riformismo di destra e dell’opportunismo di sinistra, affrontiamo la critica leniniana al revisionismo
Considerato il legame profondo fra lo sviluppo dell’imperialismo e l’affermarsi del revisionismo fra i dirigenti del movimento dei lavoratori nei paesi a capitalismo avanzato, Lenin conduce una durissima e ancora attuale lotta contro il revisionismo, in particolare per quanto concerne il diritto dei popoli all’autodeterminazione.
Il male minore conduce spesso al male peggiore. Il comune di centrosinistra di Montecatini flirta con le destre e decide di intestare una piazza a un fascista.
Le critiche rivolte all’opportunismo di sinistra – a partire da quelle formulare contro l’anarchismo – senza mai perdere di vista l’esigenza di contrastare la posizione opposta del riformismo e del revisionismo.
Domenica, 02 Giugno 2019 18:43

Lenin e noi

Lenin e noi: I sette peccati capitali dell’opportunismo di destra e di sinistra
Sabato, 23 Marzo 2019 21:12

Attualità della Rivoluzione

Al contrario di quanto dà, non a caso, a intendere l’ideologia dominante, la necessità di un superamento in senso socialista dell’imperialismo è oggi certamente più attuale che nel 1917.
Sabato, 28 Luglio 2018 19:29

L’attualità della lotta al revisionismo

Il revisionismo è la forma più sottile di egemonia della borghesia sulle classi subalterne.
Un’analisi dell’intervento di D’Alema al 2° Congresso Mondiale sul Marxismo tenutosi a Pechino.
Sabato, 19 Maggio 2018 22:45

Rivoluzione vs putsch

Perché una Rivoluzione, a partire da quella di Ottobre, non può essere confusa con un putsch.
Pagina 1 di 2
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: