Articoli filtrati per data: Sabato, 04 Luglio 2020

La difficile situazione conseguenza dell’emergenza Covid è un’occasione di lotta per i lavoratori dello spettacolo che rivendicano maggiori tutele e diritti.
Pubblicato in Interni |#61bd6d
La vicenda di Mondragone, Gelsenkirchen e Bologna ci mostrano come l’emergenza sanitaria abbia coinciso con la costante violazione dei diritti dei lavoratori e dei diritti sociali dei soggetti più vulnerabili.
Pubblicato in Interni |#61bd6d
Per mostrare nel modo più imparziale cosa c’è in ballo con l’annessione della Palestina ci siamo limitati a citare quanto scritto dall’ex relatore speciale dell’Onu, da un’organizzazione cattolica pacifista, dall’ex inviato del giornale della Confindustria e da uno dei principali diffusori della cultura ebraica in Italia
Pubblicato in Editoriali |#D43C30
Un ottantenne presidente di Confindustria Toscana si sveglia una mattina e rilascia una dichiarazione che fa infuriare i sindacati complici.
Il governo italiano è in mano a una banda di liberisti, il settore medico a una banda di reazionari. Dietro lo scontro sul numero di studenti che potranno accedere alla facoltà di medicina il prossimo anno c’è la lotta tra grande borghesia e corporativismo piccolo-borghese.
Gramsci è contrario all’instaurazione, durante il periodo di transizione al socialismo, di un diritto costituzionale di tipo tradizionale, in quanto scopo del nuovo Stato deve essere il suo togliersi dialetticamente mediante il progressivo assorbimento delle funzioni politiche nel corpo vivo della società civile
Pubblicato in Cultura |#EFA933
Proseguiamo nella esposizione dei concetti fondamentali della filosofia hegeliana affrontando i Lineamenti di filosofia del diritto, l’ultima grande opera pubblicata da Hegel
Una serie con tutti i grandi pregi e i grandi difetti del cinema di Sorrentino, che coniuga una sacrosanta critica radicale dei vertici della chiesa cattolica con un secentismo programmatico
Pubblicato in Recensioni |#09b500
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: