Visualizza articoli per tag: CGIL

Sabato, 17 Dicembre 2016 14:00

Dopo il No al referendum

Senza una grande mobilitazione nel paese e nei posti di lavoro, il risultato del referendum non è una vittoria
L’endorsement degli USA a Renzi dimostra che questa riforma è necessaria per imporre con più facilità i diktat padronali
Timida presa di posizione della CGIL, critica sui contenuti ma evasiva sul voto

Confindustria e Cisl con la deforma di Renzi. E la CGIL che fa?

L’8 luglio, a Firenze, si è riunita l’assemblea nazionale de “Il Sindacato è un’altra cosa-opposizione CGIL”.

Tags:

Il modello Marchionne, con il sostegno politico degli ultimi governi, sta facendo scuola in tutto il paese.

Giovedì, 17 Marzo 2016 16:30

Il referendum crea disoccupazione?

Quali saranno le ricadute sull'occupazione se al referendum del 17 aprile vincerà il sì?

Venerdì, 19 Febbraio 2016 21:40

La Carta dei diritti del lavoro Cgil

Le morbose illusioni democratiche e le relative torsioni burocratiche di quel che rimane del più grande sindacato in Italia. Questo emerge dalla Carta dei diritti universali del lavoro redatta dalla Cgil. Un sindacato che nell’attuale fase imperialistica non è capace di configurare la propria prassi se non come mero attivismo istituzionale.

Di Alessandro Bartoloni

Sono quasi 5 milioni i lavoratori in attesa del rinnovo del contratto secondo l’Istat.

Sabato, 26 Settembre 2015 19:11

La mutazione in corso nella CGIL

La conferenza di organizzazione della CGIL poteva rappresentare un importante passaggio di boa utile allo scopo di cogliere quelle trasformazioni necessarie in questa fase storica.

Tags:
Pagina 3 di 4
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: