Visualizza articoli per tag: elezioni

Sabato, 20 Gennaio 2018 20:15

Zeman, il trasformitsta della Repubblica Ceca

Le presidenziali a Praga come paradigma dell’Europa dell’Est.
Il Sole 24 ore scrive che sono stati creati 939mila posti di lavoro. Ma i nuovi contratti sono solo frutto dei regali fiscali alle imprese. l'Italia è in zona retrocessione per occupazione giovanile e precarietà. Chiunque vincerà le elezioni sarà nemico dei diritti dei lavoratori.

Si alza il tiro delle organizzazioni malavitose ormai infiltrate in Europa, ogni elezione è l’occasione per progettare affari coinvolgendo deboli uomini politici.

Sabato, 06 Gennaio 2018 19:34

Il 2018 elettorale in Europa

Attraverso l’Europa un unico elemento comune: avanza la destra estrema.
Sabato, 30 Dicembre 2017 18:47

La Catalogna da Puigdemont a Puigdemont

Nazionalismo, questione di classe e repressione nella crisi dello stato spagnolo.

Per l’assemblea nazionale del 17 dicembre, alcune considerazioni sulla prospettiva futura di Potere al Popolo: la costruzione di un fronte anticapitalista dei comunisti.

La sinistra rosso-verde assume la guida del governo, e rompe coi suoi giovani.
Sabato, 18 Novembre 2017 19:45

Linee strategiche e alleanze elettorali

Pubblichiamo un’interessante riflessione sulla ricostruzione dell’identità comunista e non genericamente di “sinistra”, ancor più necessaria durante il passaggio elettorale.
Sabato, 28 Ottobre 2017 21:06

I comunisti e le elezioni - parte II

Alle forze del teatro Brancaccio manca la determinazione a ricostruire l’unità della sinistra antiliberista sul piano del conflitto sociale, ai comunisti manca la coscienza che il partito non c’è e va ricostruito.
Sabato, 21 Ottobre 2017 21:38

I comunisti e le elezioni - parte I

Delucidazioni a livello concettuale dei compiti dei comunisti in occasione delle elezioni per la selezione del personale volto a dirigere uno Stato imperialista.
Pagina 3 di 6
Pin It

La città futura

“Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”

Antonio Gramsci

Newsletter

Iscrivi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie.

Contattaci: